CLD Libri
Cronache Vespa
L’epopea di Eurovespa: 1954-2006
715

Nel 1953 l’idea di un vespismo organizzato a livello continentale si concreta nella nascita del Vespa Club d’Europe, alla cui presidenza viene chiamato il presidente del Vespa Club d’Italia, Renato Tassinari. L’Azienda Piaggio ha ormai portato la propria creatura in tutta Europa: Vespa non viene prodotta solamente in Italia, ma in giro per il continente esistono stabilimenti, di consociate o di licenziatarie, che sfornano scooter a ritmi frenetici.

Il Vespismo, sin da subito, è un fenomeno che attecchisce con incredibile e inattesa rapidità. Logico che, come avvenuto in Italia, anche nelle altre nazioni si avverta la necessità di creare un’organizzazione in grado di gestirlo. Il passo seguente, è chiaro, è una federazione internazionale di questi Vespa Club nazionali, così come è già avvenuto in quasi tutti gli sport (il calcio europeo, ad esempio, si riunirà nella Uefa solamente nel 1954).

L’8 maggio del 1953, a Milano, viene dunque tenuto a battesimo il Vespa Club d’Europe. Si pensa sin dall’inizio all’organizzazione di un avvenimento che riunisca tutti i Vespa Club nazionali in un unico luogo, ma il progetto non trova applicazione pratica per via di una serie di difficoltà burocratiche ed economiche. Tuttavia nel 1954 si ha già un assaggio di quanto avverrà di lì a poco. A Parigi, in occasione di una festa folkloristica, nel programma è prevista la partecipazione di un nutrito gruppo di vespisti che effettuano una parata in costume.

Nel 1955 si fa un passo avanti: la cittadina provenzale di Aix-en-Provence ospita un Criterium Internazionale di Regolarità, al quale viene affiancato un imponente raduno nazionale a San Remo, però riservato solamente agli italiani, cui i partecipanti al Criterium si accodano. E’ un altro piccolo tassello verso un vero raduno con tutti i crismi, che arriva nel 1956 a Monaco di Baviera.

Non si chiama ancora Eurovespa: in lingua originale tedesca è “Vespa Europa-treffen 1956”, in italiano viene chiamato sul programma “Concorso Europeo Vespa”, e trova svolgimento il 9 e 10 giugno. Finalmente, nel 1957 a Barcellona, il Vespa Club d’Europe battezza in maniera chiara e univoca il proprio raduno internazionale, in programma dal 19 al 21 settembre di quell’anno. Da allora, sino al 2006, Eurovespa è la denominazione attraverso la quale si identifica la più grande manifestazione vespistica al mondo.

Queste, dal 1954 al 2006, le edizioni di Eurovespa e le località in cui ognuna di esse si è svolta.

1954: Parigi (Francia)

1955: San Remo (Italia)

1956: Monaco di Baviera (Germania ovest)

1957: Barcellona (Spagna)

1958: Bruxelles (Belgio)

1959: Parigi (Francia)

1960: Roma (Italia)

1961: Salisburgo (Austria)

1962: Madrid (Spagna)

1963: Cortina d’Ampezzo (Italia)

1966: Firenze (Italia)

1967: Mainz (Germania ovest)

1969: Viareggio (Italia)

1970: Lucerna (Svizzera)

1981: San Vincenzo (Italia)

1982: Reggio Calabria (Italia)

1983: Saarbrücken (Germania ovest)

1984: Verona (Italia)

1985: Francoforte (Germania ovest)

1986: Barcellona (Spagna)

1987: Krems (Austria)

1988: Aix-les-Bains (Francia)

1989: Kaiserslautern (Germania ovest)

1990: Kreuzlingen (Svizzera)

1991: Repubblica di San Marino

1992: Pforzheim (Germania ovest)

1993: Abano Terme (Italia)

1994: Girona (Spagna)

1995: Aix-en-Provence (Francia)

1996: San Remo (Italia)

1997: Salonicco (Grecia)

1998: Groningen (Paesi Bassi)

1999: Girona (Spagna)

2000: Amburgo (Germania ovest)

2001: Nevers-Fourchambault (Francia)

2002: Viterbo (Italia)

2003: Vienna (Austria)

2004: Lisbona (Portogallo)

2005: Wörthersee (Austria)

2006: Torino (Italia)

Print | Stampa

Puoi cliccare anche su...

Chi siamo

+39 0587 092750

info@vespamagazine.it

via Torino 6, 56025 Pontedera (PI) Italy

Prossimi eventi

Non ci sono eventi imminenti.